Archive for ottobre, 2004

Acquafresh

Written by Franco Bellacci on . Posted in Archivi blogger

Poche cose fanno bene a tutto, anzi forse c’è solo una cosa che fa bene a tutto: l’acqua fresca.
Unendo sostantivo e aggettivo si ottiene il nome di un calciatore, Acquafresca. Un calciatore giovanissimo, che lo scorso anno negli allievi del Toro segnava a ripetizione, ieri nella nazionale under 18 ha segnato un gol alla nazionale maggiore. Di lui dicono un gran bene e che abbia un futuro assicurato.
Lo spero per lui. Lo spero però anche per me. brindare con Acquafresca, è bello

Traversa

Written by Franco Bellacci on . Posted in Archivi blogger

Uno dei più bei titoli di post della blog-era è di Condonato, che una volta intitolò un post così “certo che se ne leggono di cazzate”.
Oggi mi è venuto in mente almeno 3 volte.
La prima mentre facevo colazione e leggevo una dichiarazione di Martina Colombari “Mio marito Billy è un padre perfetto”. Per chi lo ignora, l’esperienza come padre di Costacurta è cominciata 4 giorni fa.
La seconda volta è stato per una notizia ancora più assurda, che però ho dimenticato quando ho letto questa:

Il titolo in realtà non c’entra nulla, è che Quagliarella ha appena preso una traversa. Scrivo giusto per distrarmi

Homo tecnologicus

Written by Franco Bellacci on . Posted in Archivi blogger

La verità è che io poi non sono così tecnologico come qualcuno pensa. Non sto parlando di voi, sto parlando di quelli che pensano che avere un sito internet, comporti automaticamente il possesso di ogni competenza informatica: dall’eliminazione dei virus alle funzioni più misteriose di autocad (programma che io non ho neanche mai visto utilizzare). A dire la verità non ci vuole molto per deludere queste categorie di persone, accade il giorno in cui dite di non essere in grado di utilizzare dei floppy da 5 1/2 con il lettore cd.
Detto questo il mio rapporto con la tecnologia non è molto diverso dalla grande maggioranza delle persone. Mi destreggio con il pc, so programmare il videoregistratore, riesco anche ad utilizzare il nuovo telecomando di sky senza molti passaggi a vuoto (ma questo a dire la verità è solo questione di riflessi).
Ci sono però strumenti tecnologici che sono al di sopra delle mie possibilità.
Il primo è il fax, non ricordo mai la procedura: il numero si fa prima di mettere il foglio oppure si compone dopo? la faccia va rivolta verso l’esterno o l’interno? Insomma non è raro che invece di mandare una fax faccia semplicemente una copia del foglio, oppure spedisca una pagina completamente bianca.
L’altro strumento tecnologico che non riuscirò mai a utilizzare è la commutazione di chiamata con il cellulare. Tutte le volte che ci provo, finisce sempre che butto giù sia la chiamata in corso, sia quella in arrivo.
Eppure non deve essere difficile, ci sono persone in grado di sostenere due chiamate contemporanee commutandole continuamente, senza creare nessun tempo d’attesa agli interlocutori.
Tutte le volte che vedo queste persone all’opera, che mi fanno sentire un imbecille, spero sempre che gli interlocutori del commutatore siano moglie e amante e che durante la telefonata manchi un passaggio.

Gilberto Simoni

Written by Franco Bellacci on . Posted in Archivi blogger

Su Ballerini “Lui si è montato la testa per le vittorie”
su sè stesso, pochi righi più giù “ai test preventivi a Roma hanno chiamato 20 corridori ed io non ero fra quelli. Se vi sembra normale che uno come me ne abbia 20 davanti”.

Written by Franco Bellacci on . Posted in Archivi blogger

Allenatori saltati

Questa settimana: Vavassori (Ternana, dimissioni volontarie), Braglia (Catanzaro), Brio (Mons).